ParadiseFruit.it

Avrete forse notato che Terence mangia le mele in molti dei suoi film.

Cosa si nasconde dietro questa scelta?

“Le mele nei miei film? Sono state una mia idea! Vado matto per le mele, le mangio spesso. Ho sempre una mela di scorta in tasca, sono molto salutari!”, spiega.

Ecco una carrellata di immagini con Terence nelle scene in cui è alle prese con le mele!

Cliccando qui trovate altre foto..

Fonte


Secondo l’Oxford Dictionary l’etimologia è ignota, ma il termine attraversa tutta l’Europa in direzione nord – ovest, dai Balcani all’Irlanda, in una forma che in quasi tutte le lingue si avvicina ad ‘apol’.

Mela, Pomme, Apfel, Apple parole che sembrano non avere niente in comune e invece?!
La parola germanica “Apfel” vicina all’inglese “Apple” o al norvegese “Eple” deriva dal germanico (e questo, a sua volta, proviene dall’indoeuropeo). Alcuni dizionari suggeriscono che l’antico nome francese che caratterizzava un tipo di mela era “pomme d’api; mela d’Api”, apparentato foneticamente al tedesco Apfel.

L’origine del termine “mela” italiano e del “pomme” francese risale al latino in cui l’albero della mela si chiamava “pomum malum= pomum designava “albero da frutto commestibile” e malum si riferiva alla specie.

I cambiamenti in diacronia della lingua hanno fatto sì che il francese prendesse a prestito
il primo elemento del sintagma, l’italiano il secondo.

 

Ma perché questo frutto, anche se è il più appetitoso dei frutti selvatici che crescono sugli alberi, ha rivestito una così straordinaria importanza mitica? (Ricordiamo la mela offerta da Paride alla Dea più bella, ma anche le mele di Avalon, la mela di Eva….)

mela-stella-dea-venereIl legame del melo con l’immortalità è antico e assai diffuso in Europa.

Il bandolo della matassa si trova nella leggenda dell’anima di Curoi, che era nascosta in una mela; quando il frutto fu tagliato dalla spada di Cuchulainn, <<la notte cadde su Curoi>>.

Infatti, se si taglia una mela orizzontalmente, ciascuna metà ha al centro una stella a cinque punte, simbolo di immortalità, che rappresenta la Dea nelle sue 5 dea-venere-melastazioni, dalla nascita alla morte e di nuovo alla nascita.
Rappresenta anche il pianeta Venere (e la mela era sacra alla Dea Venere), adorato come Espero, la stella della sera in una metà del frutto, e come Lucifero figlio del mattino nell’altrà metà.

ESTETA

Testi tratti da:

  • I miti nordici, Gianna Chiesa Isnardi
  • ‘La Dea Bianca’, Robert Graves – Adelphy


PER CHI METTE IL DENARO SOPRA AD OGNI COSA.

Ho raggiunto l’apice del successo nel mondo degli affari.

Agli occhi altrui la mia vita è stata il simbolo del successo.

Tuttavia, a parte il lavoro, ho una piccola gioia. Alla fine, la ricchezza è solo un dato di fatto al quale mi sono abituato.

In questo momento, sdraiato sul letto d’ospedale e ricordando tutta la mia vita, mi rendo conto che tutti i riconoscimenti e le ricchezze di cui andavo così fiero, sono diventati insignificanti davanti alla morte imminente.

Nel buio, quando guardo le luci verdi dei macchinari per la respirazione artificiale e sento il brusio dei loro suoni meccanici, riesco a sentire il respiro della morte che si avvicina…

steve-jobs-2

Solo adesso ho capito, una volta che accumuli sufficiente denaro per il resto della tua vita, che dobbiamo perseguire altri obiettivi che non sono correlati alla ricchezza.

Dovrebbe essere qualcosa di più importante:
per esempio le storie d’amore, l’arte, i sogni di quando ero bambino…

Non fermarsi a perseguire la ricchezza potrà solo trasformare una persona in un essere contorto, proprio come me.

Dio ci ha dato i sensi per farci sentire l’amore nel cuore di ognuno di noi, non le illusioni costruite dalla fama.

I soldi che ho guadagnato nella mia vita non li posso portare con me.

Quello che posso portare con me sono solo i ricordi rafforzati dall’amore.

 

Questa è la vera ricchezza che ti seguirà, ti accompagnerà, ti darà la forza e la luce per andare avanti.

L’amore può viaggiare per mille miglia. La vita non ha alcun limite. Vai dove vuoi andare. Raggiungi gli apici che vuoi raggiungere. E’ tutto nel tuo cuore e nelle tue mani.

Qual è il letto più costoso del mondo? Il letto d’ospedale.
Puoi assumere qualcuno che guidi l’auto per te, che guadagni per te, ma non puoi avere qualcuno sopporti la malattia al posto tuo.

Le cose materiali perse possono essere ritrovate. Ma c’è una cosa che non può mai essere ritrovata quando si perde: la vita.

In qualsiasi fase della vita siamo in questo momento, alla fine dovremo affrontare il giorno in cui calerà il sipario.

Fate tesoro dell’amore per la vostra famiglia, dell’amore per il vostro coniuge, dell’amore per i vostri amici…

Trattatevi bene. Abbiate cura del prossimo.

Le ultime parole di Steve Jobs

 

 





Quando scelgo le mele personalmente evito quelle troppo lucide da sembrare di plastica, poichè in alcuni casi potrebbero esser trattate con cere artificiali.

paraffinaPrendendo una lama tagliente e passandola più volte sulla buccia a mò di rasoio, si può verificale la fuoriuscita di polvere consistente bianca simil-neve.

Questa può derivare dalla cuticola di cellulosa naturalmente presente sulla parte esterna della buccia della mela (pruina); ma potrebbe anche trattarsi di cere artificiali utilizzate per conservare il prodotto più a lungo: cera d’api, morfolina (legale in Canada, America latina e Stati Uniti, ma non in Europa), gommalacca (E904), …

melo
Quando parliamo della cuticola naturalmente presente sulla buccia della mela (detta anche Pruina), essa è costituita principalmente da acido ursolico, idrocarboni, aldeidi, chetoni, tracce di alcol primari e secondari, come evidenzia lo studio del 1998 dell’Università del Nord Carolina sulla composizione della pruina naturale.

Ceratura biocompatibile: apriamoci alle cere carpotecniche!
La ceratura delle mele, cosiddetta Apple Coating, è una tecnica ammessa dai regolamenti sanitari italiani, europei ed extracomunitari.
Alcuni produttori usano la gommalacca nella ceratura delle mele, la quale deve essere “sciolta” per poter essere applicata con l’uso di coadiuvanti e veicolanti tipo: acidi grassi, ammonio idrossido, caseina, dimetilpolisilossano. Coadiuvanti o solventi e veicolanti possono fruire delle “Esenzione dall’indicazione degli ingredienti in etichetta” dell’art. 7 del D. Lgs. 109/92

Chiediamo a tutte le forze politiche, alla cittadinanza e alle industrie di attivare rapide azioni politiche, al fine di incentivare l’utilizzo esclusivo di cere massimamente biocompatibili, come le cere carpotecniche: ci auguriamo si muova presto qualcosa in tale direzione!Have you ever seen Apple Trees Pictures 2

Potendo scegliere nel frattempo potete optare per mele BIOLOGICHE, BIODINAMICHE, del contadino, o per mele del supermercato non troppo lucide da sembrare finte.

Ricordate la prima legge di mercato: “E’ LA DOMANDA CHE CREA L’OFFERTA”.

 

Fonte

Mele Bio Esselunga