Diventare madri significa assumere uno dei ruoli più impegnativi ed importanti della propria vita; ci si carica di numerose responsabilità, e si cerca di avere la risposta agli innumerevoli dubbi che si accavallano nella propria testa ogni giorno – o almeno si cerca di trovarla.

È impossibile assolvere ad un tale compito in maniera inappuntabile, e senza sbagliare: infatti, non esiste una formula universale per essere brave mamme, ma ognuna lo è a modo suo, col suo bambino, da cui impara, oltre ad insegnare.

Cercare di essere una madre perfetta non solo è irrealizzabile, ma risulta controproducente, perché conduce alla frustrazione ed impedisce di godere della bellezza della maternità.

A volte si pretende il massimo da se stesse, e nel tentativo di inseguire la perfezione, soffochiamo la nostra spontaneità, e ci impediamo di apprendere dai nostri errori. Il compito di ogni mamma dovrebbe essere quello di contribuire alla formazione dei propri figli, in un ambiente caratterizzato da amore e rispetto, perché possano imparare ad essere felici.

Tuttavia ci si dimentica che i figli apprendono molto attraverso l’esempio che mostriamo loro: ciò significa che se la mamma è soddisfatta di sé e della propria vita, insegnerà ai figli ad essere felici. Una mamma dovrebbe innanzitutto sentirsi a proprio agio nel ruolo di madre, avere fiducia in se stessa e nel proprio istinto: solo così può stabilire una connessione genuina, diretta e profonda col proprio figlio.

Nessun bambino ha bisogno di una madre perfetta: anch’egli impara sperimentando e, perciò, sbagliando. Sono le madri che spesso si impongono di voler diventare le migliori, più che altro per mostrare agli altri che sono capaci. Invece l’unica persona che dovrebbe impressionare con le proprie doti è suo figlio, che tuttavia sarà ammaliato solo da una mamma allegra, felice, in pace con sé e gli altri; una donna che non ha smesso di scoprire e realizzare se stessa solo perché è diventata madre, ma che considera questa magnifica esperienza una parte di ciò che è, e non rinuncia ad approfondire le altre.

Una mamma è, infatti, anche una donna, un’amica, una sorella, una moglie, un’artista, una lavoratrice e qualsiasi altra cosa faccia vibrare il suo spirito e muovere il suo corpo: è importante non dimenticarlo, per poter essere felici e render tali anche i propri figli.

Fonte