È il movimento in avanti nella vita che dà significato. Non è il dove siamo, ma in quale luogo andiamo che decreta la nostra dimora. Il mondo è una selva di dolore e confusione finché non sappiamo che stiamo crescendo! Da lì in poi il mondo diventa un viale verso il Paradiso.

Nulla ci rivela a noi stessi se non il renderci conto del nostro progredire; la consapevolezza di pensare, di sentire, e volere di più, di avere e dare di più, di vedere, fare ed essere di più, di amare, lottare, soffrire, pregare e confidare di più. La vita è o crescita o morte; la vita di per sé non ha esistenza. E la cosa strana riguardo alla vita è che non lo vediamo.

Perché i bambini sono felici? Perché sono in crescita da tutti i lati.

Perché gli uomini sono perplessi e le donne scoraggiate? Perché hanno smesso di crescere e hanno cominciato a morire molto prima del tempo.

Nella mezza età il corpo inizia a disintegrarsi; ma allora la parte restante dell’uomo, il cuore, la mente e l’anima, dovrebbero essere soltanto appena pronti per il vero sviluppo.

Il segreto dell’eterna giovinezza? L’eterna crescita!

Il conquistare la lenta morte del fisico mediante la rapida crescita mentale, psichica, emozionale, spirituale, trascendentale.

La crescita è una cosa più grande di quanto crediamo. È il motivo, l’impulso, il piano, e l’effetto dell’Universo. Il decesso è il mortale, la crescita è il divino. E non ci potrebbe essere un errore più stupefacente dell’immaginare, come la maggioranza fa, che solamente i bambini crescono. In ogni famiglia il primato nella crescita dovrebbe essere detenuto dai nonni. Cosi dovrebbe essere, a meno che non ci siano dei bisnonni.

Ogni tipo di sviluppo, eccetto quello meramente fisico, appartiene alla maturità. Eppure, strano a dirsi, solamente i bambini osservano la loro crescita.

Il fattore successivo del Sano Progresso è il riconoscimento di ciò che veramente costituisce la crescita. La vita dei grandi dimostra questo: che se un uomo vuole davvero crescere verrà improvvisamente strappato via dal suo piccolo sentiero di aspettative umane e lanciato sulla strada principale dell’intenzione di Dio. Se tutti i tuoi piani riescono, non erano piani di Dio.

La Natura è al massimo della bellezza dopo la tempesta; così Dio ci è vicino il possibile dopo la rovina delle mortali ambizioni.

Una pena accecante, una perdita schiacciante, una terribile privazione, o un’amara punizione, sono il portale universale attraverso cui tutte le anime trovano la Libertà. La necessità di questo è abbastanza chiara; la vita media umana è un unico lungo compromesso, e quando i veli si separarono devono anche essere strappati. La crescita segue lo sconvolgimento.

Il mondo è pieno di uomini e donne che oggi sono come vent’anni fa, e che di qui a quarant’anni saranno ancora così. Tali persone sono morte ancor prima di nascere. Non puoi essere te stesso ed essere il medesimo domani. Ogni giorno, ogni ora, potrai testimoniare le stagioni dell’anno di fronte all’anima. La vita senza crescita ha il pungiglione della morte senza la gioia della risurrezione.

In che cosa consiste quindi la crescita? Il progresso individuale – e non ce ne sono altri di tipo permanente – accade in cinque direzioni: verso l’interno, verso l’alto, verso il basso, verso l’esterno, in avanti. Una conoscenza del sé, un contatto con Dio, una fiducia nella Natura, una compassione verso il mondo, e un chiaro, forte e dominante proposito di governare tutto il resto; queste cose insieme, e ciascuna in crescita, costituiscono il Sano Progresso.

 

Tratto dal il libro di: Edward Earle Purinton “Il Trionfo dell’Uomo che Agisce