Cibi con troppo Acido Citrico (Limoni, Arance, Mandarini, Pompelmi, Pomeli, Ananas, Kiwi ecc.) demineralizzano il corpo lentamente e subdolamente, facendotene accorgere quando è troppo tardi, nel corso degli anni, erodendo ossa denti, tessuti di ogni tipo in modo molto graduale, altro che alcalinizzare.. deposita un pò di acido citrico sul marmo e vedrai se non erode pure quello.

Pericolo frutta acida

Le persone che consumano frutta acida e quindi sono in acidosi oppure in iperossidazione per la maggior parte del tempo, hanno così tanto di quell’acido citrico in circolo che la barriera emato-encefalica è impossibilitata a fare da filtro alle tossine che vanno a depositarsi quasi tutte sui neuroni, rendendo loro le normali interazioni della vita un qualcosa di complicatissimo da gestire.

Siamo fatti per ingerire tracce di acido citrico, non quantità da touch down come quelle presenti nella frutta acida.

Per fare un paragone: la mela contiene la quantità giusta e non nociva di acido citrico, cioè 5mg/hg, mentre l’arancia una quantità ipertossica per la nostra specie, addirittura 980mg/hg, cioè una quantità oltre persino 190 volte quella della mele. Il limone è ancora peggio.

frutta acida influenza cervelloInoltre l’Acido Citrico è un Acido tricarbossilico, cioè toglie elettroni a tutte le strutture biologiche che incontra nel nostro organismo, determinando ciò che va sotto il nome di corrosione, l’azione più devastante per i sistemi materiali vitali; infatti togliendo proprio gli elettroni esterni di legame distrugge letteralmente anche tutte le proteine strutturali ed enzimatiche che incontra provocando anche una enorme sintesi proteica indotta che accelera di molto i processi di invecchiamento.

Esistono più di 240000 tipi di frutti sulla Terra, il 99% circa è tossico per l’uomo: ovvero contiene sostanze non adatte alla specie umana, o troppo acide, o troppo glucosio per la fisiologia umana.

Sostanze presenti nella frutta acida
Negli AGRUMI anche nella buccia sono presenti sostanze IPERTOSSICHE: ad esempio due FLAVONI ad ALTISSIMA TOSSICITA’ ACUTANOBILETINA e TANGERETINA.

Testualmente da documento SCIENTIFICO del DIPARTIMENTO di SCIENZE BIOCHIMICHE:
“Nella buccia di alcuni agrumi quali arancia e mandarino sono presenti due flavoni, nobiletina e tangeretina, ad altissima tossicità acuta. L’aspetto tossicologico riguarda i succhi che vengono prodotti per pressione dei frutti interi. Anche nella buccia del pompelmo è stato trovato un altro flavone molto tossico.”

Fonte: www.idoctors.it/articolo/le-sostanze-tos/137/8

► La soluzione è semplice:
ogni volta che si usava l’arancia basta sostituirla con una Mela Rossa e tutti gli effetti sono convertiti finalmente in positivo; d’altronde non vi siete mai chiesti perchè tutti i proverbi, che derivano anche da millenni di esperienza pratica, che associano cibo e salute parlano solo di Mela e nessuno sulle arance o peggio i limoni?

★ La Perla di Saggezza:

“C’è poco da capire di chi fidarsi, basta la logica.. e se non basta, basta sempre la logica: .. nel dubbio, uno dei due pareri può fare danni enormi, l’altro assolutamente no.. Quindi?”

► Conclusioni:
si dice che i bambini siano la voce della verità.. vi lasciamo con questo video.