Piante

Old Tjikko, l’albero più vecchio del mondo

Se ne sta su una montagna semi-desertica, spazzata in modo incessante dal vento, all’interno del parco nazionale Fulufjället, in Svezia. A prima vista sembra un normalissimo albero, esteticamente non molto bello e pure un po' spelacchiato, ma qualcosa lo contraddistingue da tutti gli altri.

Le piante comunicano tra loro, fanno amicizia e si prendono cura l’uno dell’altro

Alla base di questo lavoro vi è uno studio scientifico sul campo effettuato da Wohlleben, una guardia forestale che ha dedicato all’osservazione degli alberi una parte importante della propria vita, svelandone il carattere intimo e parzialmente inedito sia all’opinione pubblica che alla comunità scientifica.

Firenze, lo studio: “Le piante ci vedono, hanno ‘sensori’ sulle foglie”

Le piante ci guardano. Non hanno occhi, ma ci vedono. Riescono a decifrare le cose che stanno intorno. "Siamo arrivati ad elaborare questa teoria osservando una serie di studi precedenti, raccogliendo indizi e mettendoli in fila" spiega Stefano Mancuso, il docente universitario fiorentino che qualche anno fa parlò per primo in Italia dei sistemi simil-neuronali nelle radici delle piante sollevando un'accesa discussione fra gli studiosi.

I fiori sono gli artefici dell’evoluzione su questo pianeta

In biologia si definisce dominante la specie che si ricava maggiore spazio vitale a discapito delle altre, dando prova di una migliore adattabilità e capacità di risolvere problemi.

Perchè i bambini amano arrampicarsi sugli alberi?

Viviamo in una società che mette il divieto al bambino di arrampicarsi sugli alberi ignorando l’immensa utilità psicofisica di quest’attività divertente, antica e naturale. Provate a portare un bambino anche piccolo, di 2-3 anni, dinnanzi ad un albero con i rami bassi, alla sua portata. Egli inizierà a suo modo ad arrampicarsi. E ciò avviene d’istinto, senza aver visto nessuno farlo, non è una questione di imitazione ma proprio di una spinta interna alla scalata. Il bambino ha bisogno di arrampicarsi!

Consumate semi di albicocca? C’è il rischio di avvelenamento da cianuro

Consumare semi di albicocca può essere estremamente pericoloso, secondo quanto stabilito dall'Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare. Il fatto alimentare riporta la notizia del parere espresso dall'agenzia, dopo che la Commissione europea aveva chiesto un parere scientifico a riguardo.